Come “funziona” un lichene?

I licheni crescono molto lentamente, da 0,1 a 10 mm all'anno, e sono generalmente longevi, come alcuni licheni artici che si stima siano vecchi di 4000 anni!
cetraria islandica
Cetraria islandica, lichene tipico del Nord Europa
(al centro della foto, nella fessura tra le rocce)

L'alga costruisce e fornisce a se stessa ed al fungo i carboidrati, sia zuccheri semplici, come il glucosio, sia zuccheri alcoolici, come il sorbitolo; il fungo li converte in uno zucchero alcoolico, il mannitolo, che gli serve come riserva di cibo. L'alga fornisce anche vitamine come biotina e tiamina. I Cianobatteri, inoltre, sono in grado di catturare l'azoto dell'aria e fissarlo in composti utilizzabili dal fungo.
Il fungo, a sua volta, fornisce all'alga protezione fisica e assorbe dall'aria vapore acqueo, fondamentale per la partner. Il contenuto di acqua nel tallo del lichene è un fattore critico nel processo della fotosintesi e nella respirazione. La fotosintesi è un complesso insieme di reazioni chimiche che si succedono a catena per costruire glucosio, partendo da semplici reagenti quali acqua e anidride carbonica con l'essenziale aiuto della luce solare.
Il fungo produce varie sostanze che spesso contengono il pigmento che dà al lichene il suo colore caratteristico, ma la cui funzione è ignota.
Il fungo nella simbiosi lichenica è in grado di produrre delle sostanze ben diverse da quelle che produrrebbe se isolato dal lichene. Questi composti sono chiamati sostanze licheniche ed hanno una funzione poco nota ai ricercatori, poiché è molto difficile coltivare in laboratorio dei licheni.
Gli studiosi hanno visto che certe sostanze sono antimicrobiche nei confronti di alcuni batteri e di vari funghi; altre sostanze inibiscono la crescita di piante vascolari o bloccano la germinazione di muschi e altri licheni; altre rendono inappetibili i talli a lumache ed artropodi; altre proteggono le alghe dalle eccessive radiazioni luminose.
Alcuni composti prodotti sono caratteristici di ciascun lichene, sono detti specie-specifici: questo permette agli studiosi di riconoscere una specie dall'altra ponendo alcune gocce di semplici soluzioni sul tallo e osservandone il cambiamento di colore dovuto alla reazione della soluzione con la sostanza presente nel lichene.

Alcuni licheni giocano un ruolo importante nella diffusione delle piante pioniere, in quanto alcune sostanze licheniche riescono ad alterare le rocce del substrato favorendo la disgregazione della roccia e la formazione di suolo.
liche cava pila_0001
Licheni crostosi su una placca di sienite
dove inizia la colonizzazione da parte di muschi
(cava di Rialmosso - Quittengo - Biella - Italia)
Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tracce di animali: i gusci rosicchiati

Caratteristiche dell’ambiente alpino