Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2014

Ranunculus pyrenaeus

Immagine
Ranuncolo dei Pirenei
(Ranunculus pyrenaeus L.)Famiglia: Ranunculaceae

Chiamato anche Ranunculus kuepferi Greuter & Burdet.
Specie perenne erbacea alta da 8 a 30 cm.
Fusto eretto semplice o con pochi fiori.
Foglie basali, intere, lineari-lanceolate o lanceolate, glauche.
Fiori di 20 mm di diametro con sepali glabri e petali ovali di colore bianco a volte con macchia gialla alla base. Fossa nettarifera ricoperta da una scaglia.
Frutti: acheni allungati con becco ad uncino.
Fiorisce in giugno-luglio.
Cresce tra 1700 e 2600 m in pascoli e praterie umidi delle Alpi; preferisce suoli silicei.
Sulle Alpi Occidentali dal Monte Rosa alla Liguria è comune; dalle Alpi Lepontine alle Dolomiti è invece rara.
Orofita sudeuropea.

Soldanella alpina

Immagine
Soldanella alpina L.
Famiglia: Primulaceae

Specie perenne, alta 5-15 cm.
Ha scapo ascendente o eretto, pubescente nella parte superiore, arrossato e incurvato.
Le foglie, basali, sono larghe 1,5-3,5 cm.
Ogni stelo porta 2-3 fiori.
Il calice è a tubo, lungo 1 mm e con frange di 3 mm.
La corolla è violetta, sfrangiata sino a metà; all'interno è munita di 5 scaglie membranose.
Il frutto è una capsula a dieci denti.
Fioritura: giugno-luglio.
Cresce nella fascia subalpina ed alpina in foreste di conifere, prati e vallette nivali (gradisce i terreni umidi).
Specie sudeuropea-montana.



Primula odorosa

Immagine
Primula odorosa (Primula veris L.)Famiglia: Primulaceae


Pianta erbacea, perenne con rizoma.
Alta 10-25 cm.
Fiori in ombrelli peduncolati all'apice di uno scapo elevato, profumati.
Corolla gialla dorata con 5 tacche arancioni a lembo concavo.
Il calice è angoloso, rigonfio, lungo 8-16 mm e più largo della corolla.
Il frutto è 1-1,5 volte più lungo che largo.
Le foglie sono tutte basali con picciolo nettamente distinto dalla lamina fogliare. La foglia è pubescente di sopra, la faccia inferiore è verde chiaro; le foglie giovani hanno il bordo ripiegato verso l'esterno.
Fiorisce in aprile-maggio.
Specie europea di aree collinari e subalpine,

Preferisce il terreno calcareo in cespuglieti, prati aridi, pascoli e boschi aridi di Roverella e conifere.

Alla scoperta del vallone del Valdescola in Valle Cervo

Immagine
Riordinando la libreria , ho trovato il percorso naturalistico che avevo redatto per un esame all'Università.
Era il mio primo lavoretto da naturalista: certamente migliorabile, soprattutto come fotografie ... avevo usato una vecchia Canon compatta ... Ma l'importante è la ricerca, l'osservazione e l'identificazione delle specie presenti nella zona e evidenziare le rilevanze ambientali e paesaggistiche.
Il lavoro riguarda l'area che da Montesinaro segue in parte il rio Chiobbia e tutto il rio Valdescola, suo affluente (Valle Cervo - provincia di Biella); le foto risalgono al 1993 e le ho scannerizzate per aggiungerle al testo (ho inserito oggi le più recenti foto di salamandra e di rododendro, in originale diapositive scattate con Nikon F90). La ricerca si completa con una serie di campioni raccolti sul campo: penne, fatte, calchi di impronte  e resti di alimentazione, che ovviamente non posso postarvi (vedrò se sono ancora in buono stato e fotografabili per eventu…

Primula elatior

Immagine
Primule ... piccoli, semplici fiori che ai primi tepori sfidano gli ultimi lembi di neve e colorano qua  e là, prati, boschi e muretti ...

Le primule selvatiche non sono appariscenti come quelle coltivate, ma sono prezioso patrimonio di biodiversità con alcune specie rare e limitate a particolari settori delle Alpi.

Oggi vi presento la Primula elatior L.: trovate la sua carta di identità in "Flora".