12 agosto, 2017

A cosa servono le borre?

Lo studio del contenuto delle borre degli Strigiformi è l’unico mezzo per ottenere conoscenze sull’ecologia alimentare di tali uccelli.

Gli zoologi che censiscono le specie di micromammiferi di una certa zona utilizzano questo esame per integrare i dati raccolti con il trappolaggio, perché i micromammiferi sono molto elusivi, furbi e generalmente di abitudini notturne.

Nelle borre di norma si trovano con maggior frequenza crani più o meno danneggiati: da questi si può determinare con sicurezza quali animali sono stati mangiati, se uccelli, roditori o altri micromammiferi.
In particolare per i micromammiferi i ricercatori considerano l’aspetto della dentatura, la dimensione dei denti e del cranio.

03 agosto, 2017

Cosa sono le borre?

Le borre sono formazioni cilindriche costituite dai resti non digeriti delle prede di un uccello: generalmente sono formate da peli, ossa, piume, parti chitinose di insetti o resti vegetali. Vengono rigurgitate regolarmente attraverso il becco.

borra


29 luglio, 2017

Le tracce del capriolo: fatte e dormitori

Seguendo le impronte del capriolo è facile trovare anche le sue fatte (escrementi).
Le fatte dell'adulto sono lunghe 10-15 mm e di diametro di 8-10 mm: quelle del maschio sono cilindriche con una estremità a forma di goccia e dall'altra incavate; quelle della femmina sono un po' ovali.

fatte capriolo adulto
Le fatte del giovane nato nell’anno sono cilindretti molto più piccoli, circa la metà di quelli degli adulti: la foto seguente mostra ingrandite le fatte di un piccolo con la scala centimetrica di riferimento.

fatte capriolo giovane dell'anno
Prima di accucciarsi per dormire il capriolo ha l'abitudine di pulire il suolo da rami, foglie o neve: così si possono trovare nel bosco delle piccole aree completamente "spazzate", i dormitori.

dormitorio di capriolo