24 luglio, 2017

Cirsium e … insetti!

Al termine di una passeggiata in Val Sessera (Biella, Piemonte – Italia) scorgo al margine del sentiero un bel Cirsium erisithales; mi avvicino e scatto alcune foto …

Cirsium erisithales (Jacq.) Scop.

07 luglio, 2017

Abete bianco (Abies alba Miller)

Fam.: Pinaceae
abete bianco

Albero
che cresce lentamente nei primi sei anni di vita, ma poi si sviluppa rapidamente e può raggiungere i 45 m di altezza e una circonferenza del tronco di 5 m.

04 giugno, 2017

La Sfinge della Stellaria (Macroglossa stellatarum L.)

La Sfinge della Stellaria  è una interessante farfalla della famiglia Sphingidae.
In primavera ed estate la si può vedere mentre vola rapidissima da un fiore all’altro in cerca di nettare. È difficile fotografarla perché si muove a scatti e si ferma pochi secondi vicino al fiore!

Sfinge della stellaria


10 maggio, 2017

Faggeta in primavera

Una passeggiata in primavera nella faggeta: canti di uccelli, il verde chartreuse delle foglioline nuove, chiaro scuro dei tronchi bagnati dalla pioggia …

La natura si risveglia dopo il riposo invernale! Il paesaggio è rilassante anche in una giornata un po’ nebbiosa.

faggeta

15 aprile, 2017

Coleotteri del genere Meloë

Meloë sp. adulto
Coleotteri dal corpo molle, con collo stretto e elitre corte. Sono parassitoidi di api solitarie o di cavallette.
Le larve primarie di questo gruppo di insetti hanno fatto scervellare a lungo i naturalisti, a causa del loro aspetto e del loro comportamento particolari nel mondo dei coleotteri, tanto che inizialmente erano classificati come una specie a sé. Fu il naturalista inglese George Newport (1803-1854, presidente della Società Entomologica di Londra dal 1843 al 1844) a fare delle fortunate osservazioni e a descrivere il ciclo vitale dei Meloë, in “The natural history, anatomy and development of Meloë” e in “On the Natural History, Anatomy and Development of the Oil Beetle, Meloë, more especially of Meloë cicatricosus, Leach.” del 1847.
Al suo studio si aggiunsero poi i dati raccolti dall’entomologo Jean Henri Fabre (“Mémoires: les Meloides” e “Souvenirs entomologiques”, série II, chapitres 16-17) a cui faccio riferimento per parlare oggi di questi piccoli interessanti coleotteri.

08 gennaio, 2017

Forme di ghiaccio

Fredda giornata d'inverno: una breve passeggiata nel bosco è l'occasione per assistere ad uno spettacolo meraviglioso, offerto da un semplice ruscelletto, rocce, foglie secche, rami e acqua!

DSCN2710
DSCN2657
DSCN2685
DSCN2707
























DSCN2706
DSCN2697