Post

Visualizzazione dei post da Agosto, 2014

Parnassius apollo

Immagine
Quella trascorsa non è certo stata l'estate delle farfalle! Poco sole, tanta pioggia ... un tempaccio anche per queste delicate creature.

Una delle farfalle più belle che si possono incontrare in montagna è l'ApolloParnassius apollo:

Licheni, industria tessile e cosmetica

Immagine
Già gli antichi Greci usavano i licheni come coloranti; nel XVIII e XIX secolo i licheni erano importanti economicamente nella colorazione delle lane.
La “cartina di tornasole”, usata ancora oggi per misurare il pH delle soluzioni, fino a poco tempo fa era ottenuta da licheni del genere Lecanora.
Anche l'industria cosmetica fa grande uso di licheni per la preparazione di essenze e fissatori.
Il “musco quercino”, per esempio, deriva da Evernia prunastri e Pseudevernia furfuracea, raccolti in aree della penisola balcanica, in Francia ed in Marocco.

Licheni e … medicina

Immagine
Nei secoli passati i licheni, come molti altri vegetali, erano ampiamente utilizzati in medicina, sulla base di semplici analogie morfologiche.
Lobaria pulmonaria ricorda l'aspetto di un polmone ed era considerata un ottimo rimedio contro le infezioni polmonari;
Xanthoria parietina, di colore giallo-arancio, era usata contro i disturbi epatici.
Le barbe di bosco, licheni del genere Usnea, crescono in lunghi ciuffi grigio-verdi sui rami di conifere dei boschi del Nord: per la loro forma filamentosa si credeva , in passato, che potessero curare le calvizie e rinforzare i capelli.
Nel '500 e nel '600 molti medici del centro e nord Europa citano gli usi espettoranti, stimolanti, tonificanti, nonché antibiotici di varie specie di Cladonia, Usnea, Cetraria, Lobaria, Peltigera ed Evernia.
Ai nostri giorni l'interesse dei licheni in medicina è legato soprattutto alle proprietà antibiotiche di alcune sostanze da essi prodotte: alcuni estratti, ad esempio, sono usati per il tratta…