Panorama di primavera

La primavera è iniziata da un po’, ma il tempo è ancora molto variabile: i nuvoloni bianchi si portano appresso i nembi neri e minacciosi, che tra tuoni e fulmini scaricano improvvisi scrosci d’acqua e talvolta grandine!
Ci vuole pazienza! Prendiamo un ombrello o la mantellina e non rinunciamo ad una bella passeggiata!




Approfittando di una serena mattina, sono uscita e mi sono incamminata lungo un sentierino dietro casa; in pochi minuti esco dall’abitato e dai prati si apre il sipario sul vallone del Campo.
Il panorama è molto suggestivo: il verde domina ma con mille sfumature e gradazioni diverse, quasi impossibili da riprodurre in un quadro anche per un abile pittore!
Il canto degli uccelli mi accompagna e non mancano i profumi dei fiori e l’odore del terriccio, particolarmente forte per la pioggia dei giorni scorsi. La neve nei canaloni mi ricorda che l’inverno è passato da poco e basta uno sbalzo di temperatura per far tornare qualche fiocco di neve.
Le nuvole aumentano spinte dal vento: si urtano e formano una gigantesca coperta sempre più nera. 
E’ meglio ritornare sui miei passi, con calma riporre la macchina fotografica e pensare ad un bel testo per il prossimo post!



Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tracce di animali: i gusci rosicchiati

Caratteristiche dell’ambiente alpino