Licheni e … medicina

Nei secoli passati i licheni, come molti altri vegetali, erano ampiamente utilizzati in medicina, sulla base di semplici analogie morfologiche.
Lobaria pulmonaria ricorda l'aspetto di un polmone ed era considerata un ottimo rimedio contro le infezioni polmonari;
Xanthoria parietina, di colore giallo-arancio, era usata contro i disturbi epatici.
Le barbe di bosco, licheni del genere Usnea, crescono in lunghi ciuffi grigio-verdi sui rami di conifere dei boschi del Nord: per la loro forma filamentosa si credeva , in passato, che potessero curare le calvizie e rinforzare i capelli.

licheni_0014
Primo piano di un lichene del genere Usnea
Nel '500 e nel '600 molti medici del centro e nord Europa citano gli usi espettoranti, stimolanti, tonificanti, nonché antibiotici di varie specie di Cladonia, Usnea, Cetraria, Lobaria, Peltigera ed Evernia.

peltigera sp
Lichene del genere Peltigera  su un tappeto di muschi
Ai nostri giorni l'interesse dei licheni in medicina è legato soprattutto alle proprietà antibiotiche di alcune sostanze da essi prodotte: alcuni estratti, ad esempio, sono usati per il trattamento di dermatiti e di forme avanzate di tubercolosi.
Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tracce di animali: i gusci rosicchiati

Caratteristiche dell’ambiente alpino