Dipinti di primavera

Il sole e la pioggia di questi giorni hanno fatto scomparire la neve, almeno alle quote inferiori, e con lei anche le tracce del passaggio di animali. A proposito: per chi non l'avesse riconosciuto, l'amico di cui ho seguito le tracce, mostrate nel precedente post, era un cinghiale!

Ora nei prati e sotto i faggi
è un biancheggiare
qua e là leggeri spruzzi chiari di tinte pastello, 
su sfondi di scura terra 
e castane foglie secche.
La primavera, come un pittore, 
dà sfogo alla sua creatività
crochi_0005
Ecco i crochi: annunciano che siamo in primavera (astronomicamente iniziata con l'equinozio il 20 marzo!) e rallegrano di bianco e rosa il terreno ancora un po' addormentato.
crochi_0001

I bucaneve, delicati pionieri, sfidano gli ultimi lembi di neve e alzano il capo verso il sole!
prim2014_0003

Gli occhi più attenti possono individuare tra i primi fili d'erba gli ellebori dalle tinte giallo verdi
elleboro1

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Caratteristiche dell’ambiente alpino

Tracce di animali: i gusci rosicchiati