Primula elatior

Primule ... piccoli, semplici fiori che ai primi tepori sfidano gli ultimi lembi di neve e colorano qua  e là, prati, boschi e muretti ...

Le primule selvatiche non sono appariscenti come quelle coltivate, ma sono prezioso patrimonio di biodiversità con alcune specie rare e limitate a particolari settori delle Alpi.

Oggi vi presento la Primula elatior L.

Primula maggiore (Primula elatior L.)

FamigliaPrimulaceae



Specie erbacea con rizoma, perenne; alta 10-30 cm.
Scapo eretto senza foglie, portante un'infiorescenza ad ombrello peduncolato di 3-12 fiori, inodore.
La corolla del fiore è giallo zolfo; il calice aderente alla corolla ha denti lunghi 3-7 mm.
Le foglie sono tutte a rosetta basale con lamina ristretta bruscamente nel picciolo.
Fiorisce tra marzo e giugno.
Si trova in zone collinari, subalpine e alpine, tra 600 e 2000 m s.l.m., in boschi, prati e pascoli umidi, presso i ricoveri del bestiame (è piuttosto nitrofila).
Specie europea.

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Tracce di animali: i gusci rosicchiati

Caratteristiche dell’ambiente alpino